Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

ISLAMABAD - Una squadriglia di aerei senza pilota (droni) statunitensi ha sparato oggi numerosi missili nel Pakistan nord-occidentale, distruggendo una base di addestramento di forze filo-talebane nella zona tribale del Waziristan settentrionale e causando la morte di almeno 14 militanti. Lo riferisce GEO Tv.
In una delle più importanti azioni degli ultimi mesi i droni hanno lanciato, secondo le fonti, fra 12 e 18 missili su un gruppo di edifici considerati base di insorti collegati con il "signore della Guerra" afghano legato ai talebani, Hafiz Gul Bahadur, che con i suoi 2'000 uomini attacca spesso le forze Usa in territorio afghano.
E' la seconda operazione di questo tipo realizzata da domenica, quando gli Stati Uniti hanno accusato i talebani pachistani di essere dietro al progetto di attentato a Times Square dieci giorni fa. La base di addestramento distrutta si trovava a Lowara Mandi, 50 chilometri ad ovest di Miranshah, capoluogo del Waziristan settentrionale, dove da tempo secondo informazioni di intelligence si concentrano militanti dei movimenti talebani più radicali o elementi di Al Qaida.
GEO Tv segnala infine che oltre 900 persone sono state uccise in oltre 100 attacchi con i droni in Pakistan dall'agosto 2008.

SDA-ATS