Navigation

Pakistan: esplode camion cisterna Nato, 15 morti

Questo contenuto è stato pubblicato il 21 maggio 2011 - 09:39
(Keystone-ATS)

Almeno 15 persone sono rimaste uccise nei pressi del confine tra Afghanistan e Pakistan, in seguito all'esplosione di una bomba nascosta in un camion cisterna della Nato che stava dirigendosi verso l'Afghanistan. Lo hanno reso noto fonti ufficiali pakistane.

Le vittime sono giovani che si erano avvicinati alla cisterna per raccogliere l'olio che ne stava fuoriuscendo, ha spiegato un responsabile dell'amministrazione locale della città di Landi Kotal, Shafeerullah Wazir.

"Il camion cisterna ha preso fuoco dopo l'esplosione provocata da una piccola bomba - ha detto -. Gli abitanti del villaggio si sono precipitati sul luogo per raccogliere l'olio che fuoriusciva dal camion danneggiato dopo che l'incendio era stato domato". "Improvvisamente - continua - le fiamme hanno ripreso vigore e almeno 15 persone, di cui 5 ragazzi, sono rimasti fatalmente ustionati."

In un secondo attacco contro automezzi della Nato sul passo di Khyber, nel nord ovest del Pakistan, circa 20 autocisterne sono state distrutte da un'esplosione, riferisce la Tv Samaa precisando che non ci sono vittime.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?