Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

ISLAMABAD - In Pakistan due poliziotti sono stati uccisi stamattina in un'esplosione nel distretto tribale di Bannu, secondo quanto riferiscono i media pachistani. Si tratta del secondo attacco nelle ultime 24 ore contro obiettivi militari dopo la strage di ieri e costata la vita a 20 agenti della polizia.
L'attentato è avvenuto nell'area di Jani Khel ed è stato causato da un ordigno rudimentale (Ied) piazzato su una strada e fatto esplodere quando è passata una camionetta della polizia. La deflagrazione ha causato il ferimento di altri cinque uomini tra agenti e forze paramilitari.
Il distretto di Bannu, confinante con il Nord Waziristan, è diventato uno dei punti "caldi" delle regioni nord-occidentali di etnia pashtun per gli scontri tra i militanti islamici e l'esercito pachistano.
L'attentato di ieri, compiuto da un kamikaze alla guida di un'autobomba, ha distrutto una caserma e danneggiato una moschea dove erano radunati decine di poliziotti per la preghiera serale. Sempre oggi, secondo il sito di Express Tribune, un militare è stato ucciso in un agguato a un posto di blocco nel distretto di Khyber, un'altra zona parzialmente controllata dai talebani e da altri gruppi ribelli.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








Teaser Longform The citizens' meeting

Non mancate il nostro approfondimento sulla democrazia diretta svizzera

1968 in Svizzera

SDA-ATS