Navigation

Pakistan: proteste a Karachi, 46 morti

Questo contenuto è stato pubblicato il 03 agosto 2010 - 13:22
(Keystone-ATS)

ISLAMABAD - È di 46 morti e 123 feriti il bilancio delle violenti proteste avvenute a Karachi in seguito all'uccisione di un politico durante un funerale. Lo riferisce Dawn News, citando fonti della polizia e ospedaliere.
Raza Haider, esponente di spicco del partito MQM (Muttahida Qaumi Movement), è stato assassinato ieri a colpi di pistola in una moschea, insieme alla guardia del corpo, mentre partecipava alle esequie della madre di un amico. Testimoni hanno raccontato che quattro uomini armati hanno aperto il fuoco contro il deputato dell'assemblea provinciale del Sindh per poi fuggire.
Nonostante gli appelli delle autorità alla calma, migliaia di persone si sono riversate nelle strade della città, che è la più popolosa del Pakistan, incendiando decine di veicoli, stazioni di servizio e negozi.
Il commercio è praticamente paralizzato per uno sciopero indetto dal Mqm, mentre la maggior parte delle strade cittadine sono deserte e presidiate da ingenti forze dell'ordine.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.