Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Pakistan: ragazzina 'blasfema', prosciolto imam accusatore

L'Alta Corte di Islamabad ha prosciolto oggi l'imam Khalid Chisti, principale imputato per le accuse artefatte di blasfemia avanzate un anno fa nei confronti della ragazzina cristiana 14enne Rimsha Masih. Lo riferisce la tv Express News.

Secondo l'emittente, la Corte non ha potuto fare altrimenti dato che ben sei degli otto testimoni oculari hanno modificato le loro dichiarazioni, ritirando in sostanza le accuse contro il religioso di aver aggiunto pagine del Corano bruciate ad un sacchetto di spazzatura trovata in mano alla bambina.

Rimsha, il cui caso aveva commosso l'opinione pubblica internazionale, era stata arrestata il 16 agosto 2102 dopo che una folla inferocita si era raccolta davanti al commissariato di polizia di Ramna, alle porte della capitale pachistana, per incoraggiare gli agenti ad agire in base alle accuse dell'imam Khalid Chisti di aver violato la legge sulla blasfemia. La vicenda aveva causato fra l'altro un esodo massiccio di famiglie cristiane dal villaggio di Mehrabadi, dove si trovava la casa della bambina.

Due mesi fa comunque, grazie all'intervento di una organizzazione cristiana, Rimsha e i suoi genitori si sono trasferiti in Canada dove hanno cominciato una nuova vita.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.