Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Un giudice pachistano ha ordinato alla polizia di Islamabad di registrare una denuncia contro il premier Nawaz Sharif e dieci altre personalità pachistane riguardante gli incidenti avvenuti nella capitale il 30 agosto scorso in cui sono morti quattro militanti del Pakistan Tehrik-e-Insaf (Pti), il partito creato dall'ex campione di cricket Imran Khan.

Dopo i disordini e l'uso delle armi da parte della polizia, il Pti ha presentato una denuncia al commissariato centrale di polizia di Islamabad che però non aveva voluto registrarla. Questo ha indotto i vertici del partito a rivolgersi ad un tribunale per avere giustizia.

Dopo un dibattito in cui gli avvocati del Pti e del governo hanno presentato la loro visione della vicenda, il giudice ha ordinato alla polizia di procedere nella registrazione della denuncia.

Si tratta della terza denuncia presentata nelle ultime settimane contro Sharif, sia per gli incidenti del 30 agosto, sia per le vittime di disordini a Lahore, capoluogo della provincia del Punjab, lo scorso 17 giugno in cui sono morti manifestanti e agenti di polizia.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS