Navigation

Pakistan: tre alpinisti, uno svizzero, dispersi sul Karakorum

Questo contenuto è stato pubblicato il 12 marzo 2012 - 21:02
(Keystone-ATS)

Tre alpinisti, fra cui uno svizzero, sono dispersi da venerdì nel massiccio del Karakorum, in Pakistan. Stavano scalando la cima del Gasherbrum I (detto anche Hidden Peak), di 8080 metri, quando è sopraggiunto cattivo tempo.

La cordata era composta dello svizzero Cedric Hählen, 30enne di Hausen (AG), dell'austriaco Gerfried Göschl, di 39 anni, e del pachistano Nisar Hussain. I tre volevano realizzare la prima scalata invernale di un ottomila.

Venerdì sono stati avvistati per l'ultima volta a 200-250 metri dalla cima, riferisce la pagina internet di Hählen. Da allora non c'è più stato alcun contatto. I tre sono erano ben attrezzati in materiale e cibo.

Sabato regnavano cattive condizioni atmosferiche, con forti venti e temperature estremamente basse. Per lo stesso motivo, né ieri né oggi si è potuto effettuare un volo di ricognizione in elicottero.

Un portavoce del ministero degli esteri di Vienna ha riferito che alpinisti polacchi e pachistani oggi sono partiti dal campo base per raggiungere i tre dispersi, ma le nevicate e il vento li hanno costretti a fare dietrofront.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?