Navigation

Pakistan: triplice attentato a Lahore, 29 morti e 200 feriti

Questo contenuto è stato pubblicato il 01 settembre 2010 - 19:40
(Keystone-ATS)

ISLAMABAD - È salito a 29 morti il bilancio del triplice attentato di oggi a Lahore, in Pakistan, secondo fonti ospedaliere. I feriti sarebbero circa 200, dei quali circa 30 si trovano in gravi condizioni.
Secondo Geo News l'attacco è stato rivendicato dall'organizzazione sunnita islamica Lashkar-e-Jhangvi Al-Almi. La polizia ha riferito di aver recuperato i resti di un attentatore suicida.
L'attentato è avvenuto durante una processione di fedeli musulmani sciiti nella città nel nord del Pakistan, al confine con l'India. Secondo polizia le esplosioni sono opera di di attentatori suicidi.
La prima bomba è esplosa vicino al santuario sciita di Karbala Gamay Shah dove la processione si stava per concludere, mentre le altre due a poca distanza nell'area di Bhatti Chowk.
Subito dopo il triplice attentato, una folla inferocita ha preso a sassate veicoli della polizia e ha aggredito alcune troupe televisive.
In base a quanto riferiscono i media pachistani, gruppi di dimostranti hanno anche appiccato il fuoco a una caserma della polizia dell'area di Lower Mall e a due automezzi parcheggiati. Per riportare l'ordine, la polizia è intervenuta sparando in aria e lanciando gas lacrimogeni.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?