Navigation

Pakistan: ucciso capo Al Qaida, suo gruppo lo conferma

Questo contenuto è stato pubblicato il 04 giugno 2011 - 15:17
(Keystone-ATS)

L'Harkat-ul-Jihad al-Islami (HuJI) ha confermato oggi che il suo capo, Ileyas Kashmiri, è stato ucciso. La conferma è contenuta in una lettera inviata ai media dalla Brigata 313 che Kashmiri aveva formato come strumento di collegamento con Al Qaida. Questa brigata era formata prevalentemente da talebani provenienti dal Punjab.

La conferma della morte di Kashmiri è pervenuta ai media pachistani attraverso un fax firmato da un portavoce del HuJI denominato Abu Hanzala. Nella dichiarazione si sottolinea che il movimento si vendicherà con gli Stati Uniti per la morte del loro leader.

Il HuJI era stato inserito nell'agosto scorso dall'Onu fra i movimenti terroristici internazionali e Kashmiri designato uno "specifico terrorista globale".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?