Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'agente segreto americano Raymond Davis, detenuto in Pakistan con l'accusa di duplice omicidio, è stato liberato oggi su ordine del tribunale di Lahore. Lo riporta la televisione GeoNews citando fonti giudiziarie.

Davis è stato rilasciato in seguito al pagamento di una somma di denaro, chiamata "prezzo del sangue", corrisposta alle famiglie dei due giovani pachistani uccisi lo scorso 27 gennaio in una misteriosa sparatoria in un mercato di Lahore. È quanto ha riferito il ministro della Giustizia della provincia del Punjab, Rana Sanaulla, alla televisione DawnNew. Si tratta di un risarcimento extragiudiziario previsto dalle leggi coraniche.

Proprio oggi un tribunale di Lahore aveva rinviato a giudizio il trentasettenne agente della CIA accusato di duplice omicidio e al centro di una crisi diplomatica tra Stati Uniti e Pakistan.

Il rilascio di Davis era stato più volte chiesto dalla Casa Bianca sulla base del rispetto delle convenzioni sull'immunità diplomatica. Tuttavia il governo di Islamabad aveva messo in dubbio lo status del cittadino americano, che risulta dipendente della Cia e che è stato trovato il possesso di alcuni documenti e fotografie di installazioni militari segrete.

Il caso giudiziario rischiava di incrinare l'intesa americana-pachistana nella lotta al terrorismo islamico e contro i gruppi estremisti che si nascondono nelle regioni tribali pashtun confinanti con l'Afghanistan.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS