Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Palestinesi a Blatter "no a Partita della pace, stop a Israele"

La Federcalcio palestinese (Pfa) insiste affinché la Fifa sospenda l'affiliazione di Israele a causa delle violazioni del diritto internazionale e per gli impedimenti allo sviluppo del settore sportivo in Cisgiordania e a Gaza.

È il messaggio che il suo presidente Jibril Rajoub ha trasmesso al numero uno della Fifa, Sepp Blatter, in visita a Ramallah, a cui ha anche spiegato che "le condizioni non sono mature" per la Partita della pace che il dirigente elvetico aveva proposto martedì, dopo un incontro a Gerusalemme con il premier israeliano, Benjamin Netanyahu.

"È una grande idea e mi piace, ma bisogna preparare il terreno edobbiamo lavorarci", ha spiegato in una conferenza stampa.

La mozione per la sospensione di Israele dalla Fifa è fondata sull'articolo 3 dello statuto dell'organo di autogoverno del calcio, che vieta ogni tipo di discriminazione "per motivi di appartenenza etnica, sesso, lingua, religione, affiliazione politica o per qualsiasi altro motivo". Sarebbe approvata in caso di voto favorevole della metà più uno dei 208 attuali membri della Fifa.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.