Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il viaggio apostolico di Papa Francesco negli Stati Uniti ha contribuito a migliorare l'immagine della Chiesa cattolica nel Paese.

È quanto emerge da un sondaggio realizzato dall'istituto di ricerca statunitense Pew Research Center di Washington, i cui risultati sono stati diffusi nei giorni scorsi. Lo riferisca Radio Vaticana.

Il 28% degli intervistati - il campione era di un migliaio di persone - ha infatti dichiarato di avere un'opinione più positiva della Chiesa dopo la visita dello scorso settembre, mentre solo il 6% si è detta meno favorevole rispetto a prima. Per il 58% l'opinione è rimasta invece immutata.

L'impatto positivo dell'evento si è fatto sentire di più tra gli elettori del Partito Democratico e tra le persone di orientamento liberal: il 35% dei primi e il 39% dei secondi ha affermato di avere un'immagine più positiva della Chiesa, contro il 27% degli elettori repubblicani e il 22% delle persone di orientamento conservatore. Ma la visita ha inciso positivamente soprattutto sui giudizi dei fedeli cattolici: il 50% ha dichiarato di avere un'opinione migliore della Chiesa contro il 22% dei non cattolici.

Quanto alla popolarità di Papa Francesco, l'indagine evidenzia solo un lieve aumento rispetto al mese di giugno: dal 64 al 68%. A questo aumento percentuale non ha peraltro contribuito l'opinione pubblica cattolica, quanto piuttosto quella non cattolica. La ricerca evidenzia, infine, che dopo il viaggio apostolico del 2008, Benedetto XVI aveva ottenuto una percentuale di giudizi positivi pari all'83%.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS