Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Portando da solo il suo bagaglio a mano, una borsa nera, Papa Francesco è partito oggi alla volta del Brasile per partecipare alla Giornata Mondiale della Gioventù (GMG), in programma dal 23 al 28 luglio a Rio de Janeiro. Il suo arrivo è previsto alle 16 locali, le 21 in Svizzera, dopo 12 ore e 15 minuti di volo.

È il primo viaggio internazionale del Pontefice che su Twitter ha voluto annunciare la sua partenza: "Sto arrivando in Brasile fra qualche ora e il mio cuore è già pieno di gioia perché presto sarò con voi a celebrare la 28 GMG".

In volo, il Papa si è intrattenuto con i giornalisti presenti e a loro ha esternato una sua preoccupazione sui giovani. "Corriamo il rischio di avere una intera generazione che non avrà mai trovato lavoro".

Il Pontefice ha voluto sottolineare la gravità della situazione occupazionale nei diversi Paesi e delle sue ricadute morali oltre che economiche: dal lavoro - ha scandito - viene la dignità personale di guadagnarsi il pane".

"La crisi mondiale non fa cose buone con i giovani", ha rilevato Francesco raccontando di aver letto la settimana scorsa le statistiche con le percentuali dei senza lavoro, dalle quali appunto si evince che non sarà facile per i disoccupati di oggi trovare domani un impiego.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS