Navigation

Parigi: festa clandestina in banlieue, scontri con polizia

Notte agitata per la polizia nella periferia parigina (foto simbolica). KEYSTONE/EPA/MOHAMMED BADRA sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 14 novembre 2020 - 18:52
(Keystone-ATS)

È finita con una guerriglia la festa clandestina, con almeno 300 persone, organizzata la notte scorsa nella banlieue est di Parigi, a Joinville-le-Pont, un maxi-assembramento di giovani in una villa composta da diversi locali.

Chiamata da alcuni abitanti della zona a causa della musica ad altissimo volume, la polizia si è trovata di fronte ad una situazione difficilmente gestibile: oltre 300 persone visibilmente alterate gridavano, alcuni si accapigliavano mentre nella maggior parte delle sale si ballava in una situazione di fortissimo assembramento. Nessuno indossava mascherine, né manteneva le distanze. In alcuni dei locali, gli invitati erano stesi in terra. Circolava molto alcol e droghe.

Ai tentativi di sciogliere il raduno - organizzato in pieno lockdown con divieto di riunioni al di là di 6 persone e nella propria abitazione - gli invitati hanno reagito con il lancio di oggetti contro gli agenti, che alla fine hanno reagito con i gas lacrimogeni. Un giovane è rimasto ferito in modo leggero. Gli agenti hanno sporto una denuncia per resistenza a pubblico ufficiale.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.