Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il Ministero pubblico della Confederazione (MPC) ha avviato un procedimento penale contro ignoti per lesioni personali gravi in seguito agli attentati di Parigi. Una cittadina elvetica è infatti rimasta ferita venerdì sera, ma la sua vita non è in pericolo.

L'inchiesta della procura federale concerne anche la violazione del divieto dei gruppi "Al Qaida" e "Stato Islamico", nonché di organizzazioni associate, indica oggi l'MPC. La legge federale vieta infatti non solo ogni attività di queste organizzazioni criminali in Svizzera e all'estero, ma anche qualsiasi azione volta a sostenerle sul piano materiale.

In questa casistica rientrano gli attentati di Parigi, in cui sono rimasti coinvolti anche cittadini svizzeri, sebbene nessuno abbia perso la vita. Il Ministero pubblico della Confederazione lavorerà in stretto contatto con le autorità francesi.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS