Tutte le notizie in breve

Una cinquantina di persone sono state fermate nella banlieue di Parigi, dopo violenti scontri in un liceo.

Diversi individui sono riusciti a penetrare all'interno dell'istituto Suger, nel dipartimento della Seine-Saint-Denis, uno dei più 'caldi' dell'hinterland parigino.

I testimoni parlano di una scuola messa a ferro e fuoco, con molotov, fiamme, esplosioni. Gli studenti sono stati evacuati e l'attività didattica sospesa per tutta la giornata.

Già ieri mattina, i vetri delle finestre nella stanza degli insegnanti erano andati in frantumi, polverizzate dal lancio di pietre e di un forno a microonde.

In totale, annuncia la prefettura, sono 55 i giovani messi in stato di fermo per violenze volontarie, raduno armato e incendio doloso.

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve