Navigation

Partecipazione al 45%, terzo peggior dato di sempre

Più di uno svizzero su due ha preferito non prendere parte al voto. KEYSTONE/MARTIAL TREZZINI sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 21 ottobre 2019 - 08:37
(Keystone-ATS)

L'accesa campagna di votazione e la mobilitazione sul fronte del clima non hanno stimolato la partecipazione alle elezioni federali di ieri: solo il 45,1% degli aventi diritto ha voluto dire la sua nella designazione del Nazionale.

Si tratta del terzo peggior dato dal 1971, data di introduzione del diritto di voto alle donne, emerge dai dati pubblicati nella notte dall'Ufficio federale di statistica (UST). Rispetto a quattro anni or sono si è assistito a un calo di 3,4 punti percentuali.

Per tornare a un valore analogo a quello di quest'anno occorre risalire al 2003 (45,2%). Il record negativo dal 1971 è il 42,2% del 1995.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.