Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il passo del San Gottardo si è arricchito oggi di un'attrazione turistica. Nei pressi dell'Ospizio, situato sul territorio del comune di Airolo, è stato infatti inaugurato in un vecchio forte militare il centro espositivo e museale "Sasso San Gottardo".

Nonostante la nebbia, circa 250 persone hanno partecipato alla cerimonia di inaugurazione svoltasi sotto una tenda davanti all'entrata di un bunker storico dell'esercito. Il presidente del Consiglio nazionale Hansjörg Walter (UDC/TG) ha simbolicamente tagliato il nastro. All'evento era presente anche il consigliere di Stato ticinese Norman Gobbi

Dopo un corridoio umido di circa 200 metri che porta alle caverne del sito militare, il visitatore può scoprire cinque spazi dedicati ai temi seguenti: "acqua", "clima", "mobilità e spazio vitale", "energia" e "sicurezza".

La Fondazione Sasso San Gottardo non voleva un sentiero propriamente didattico ma un "percorso atmosferico dei contrari", che non lascia indifferenti i visitatori, hanno sottolineato il commissario dell'esposizione Lisa Humbert-Droz e l'architetto Tristan Kobler.

Il contatto tra gli esseri umani e le risorse naturali figura al centro dell'esposizione. Il visitatore è confrontato con la questione dello sviluppo sostenibile. Incontra in questa visita sotterranea ghiacciai che fondono, cammina sull'acqua, si immerge nella storia dei trasporti e delle loro conseguenze, vive una nuova realtà della sicurezza e verifica la propria energia.

Un Forum eponimo, associato all'esposizione, dovrà in futuro fungere da piattaforma di dialogo sul tema delle risorse per l'economia e la politica. Gli organizzatori auspicano di poter accogliere nell'estate 2013 una prima conferenza sul San Gottardo.

L'idea del "Sasso San Gottardo" è nata già 13 anni fa, secondo il presidente del consiglio di fondazione Martin Immenhauser. È stata poi resa possibile grazie a un finanziamento misto, pubblico e privato.

Il centro espositivo è il primo grande progetto attuato nell'ambito della nuova politica regionale del San Gottardo avviata dalla Confederazione e dai cantoni interessati (TI, UR, GR e VS), ha dichiarato Hans-Jörg Walter: deve costituire un simbolo del successo economico grazie a una rete sovrarregionale.

L'obiettivo della politica "San Gottardo 2020" è di dare una nuova identità alla regione attraverso numerose iniziative, fra le quali il "sentiero delle quattro fonti" inaugurato tre settimane fa. L'esposizione "Sasso San Gottardo" è aperta quotidianamente fino alla chiusura del passo.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS