Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il patrimonio netto delle economie domestiche svizzere ha continuato ad aumentare nettamente anche nel 2014 a causa del rialzo del corso delle azioni e dei prezzi immobiliari: a fine dicembre ammontava a 3335 miliardi di franchi, 141 in più (+4,4%) del 2013.

Stando a quanto comunicato oggi dalla Banca nazionale svizzera (BNS) gli attivi finanziari hanno registrato una progressione del 4,2% salendo a 2314 miliardi, mentre il valore di mercato degli immobili ha beneficiato di un incremento del 4,3% a 1815 miliardi. Il totale degli attivi si è così attestato a 4130 miliardi (+4,2%).

I passivi erano pari a 794 miliardi (+3,5%), il 93% dei quali dovuti a debiti ipotecari, che hanno un volume complessivo di 740 miliardi. Stabili rimangono i crediti al consumo (15 miliardi), mentre gli altri crediti sono leggermente aumentati (+3 miliardi a 32 miliardi).

La sostanza netta pro capite ha raggiunto in media 405'000 franchi (+3,2%). Negli ultimi anni ha continuato a crescere: nel 2010 si attestava ancora a 345'000 franchi.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS