Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

I delegati del Partito borghese democratico si (PBD) riuniti oggi in assemblea a Winterthur (ZH) hanno deciso a chiara maggioranza, 146 voti contro 13, di non sostenere l'iniziativa del PPD in votazione l'8 marzo prossimo che chiede di esentare dalle imposte gli assegni per i figli e gli assegni di formazione. Anche i Verdi riuniti oggi in assemblea a Liestal (BL) propongono all'unanimità di votare no su questo tema.

L'iniziativa non è necessaria perché già adesso Confederazione, cantoni e comuni praticano una "politica familiare e di promozione della famiglia molto sociale", ha rilevato la consigliera di stato grigionese e vicepresidente del PBD Barbara Janom Steiner.

La riforma poi non aiuterebbe in primo luogo i meno abbienti, ma piuttosto chi ha un buon reddito. Ha poi ricordato che le famiglie con figli beneficiano già oggi di uno sgravio valutato tra 2,2 e 2,7 miliardi di franchi all'anno.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








Teaser Longform The citizens' meeting

Non mancate il nostro approfondimento sulla democrazia diretta svizzera

1968 in Svizzera

SDA-ATS