Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La polizia inglese sta cercando di far luce sulle circostanze della morte di Peaches Geldof, figlia del cantante irlandese Bob Geldof, scomparsa il 7 aprile scorso. A causarla sarebbe stata una overdose di eroina, ma sul luogo del decesso, la casa della giornalista e personaggio tv in Kent, non erano state trovate tracce di droga e nemmeno il "kit" usato per iniettarsela.

Secondo il "Times", le autorità stanno per aprire un'indagine sia su chi ha fornito l'eroina a Peaches ma soprattutto per capire se sia avvenuto qualche "insabbiamento": se qualcuno, subito dopo la sua morte, abbia fatto sparire le tracce del suo abuso di sostanze stupefacenti.

La figlia di Geldof era stata trovata da suo marito, il musicista Thomas Cohen, in una camera da letto della loro casa, insieme al figlio di 11 anni. La polizia aveva comunicato i risultati di un test tossicologico secondo cui Peaches aveva di recente usato eroina e i livelli della sostanza nel suo corpo avevano probabilmente "avuto un ruolo nella sua morte".

SDA-ATS