Navigation

Pedinamenti Credit Suisse, Finma avrebbe chiesto dati cellulari

La Finma starebbe cercando di vederci chiaro. KEYSTONE/GAETAN BALLY sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 19 maggio 2020 - 14:00
(Keystone-ATS)

La Finma si starebbe interessando ai cellulari di consiglieri di amministrazione e direttori generali di Credit Suisse nell'ambito della vicenda della sorveglianza di ex dirigenti.

Lo afferma la Reuters, che si rifà a fonti insider: l'autorità di vigilanza dei mercati finanziari avrebbe richiesto informazioni relative al traffico di dati per determinare se vi è stato il ricorso ad applicazioni di messaggeria cifrata con l'obiettivo di tenere celate conversazioni fra singoli soggetti.

Contattata dalla stessa agenzia, la Finma non ha voluto prendere posizione su queste voci. Credit Suisse ha da parte sua fatto sapere di aver già informato su indagini interne e esterne in relazione al caso.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.