Navigation

Pedofilia, Irlanda, vittime deluse da lettera papa

Questo contenuto è stato pubblicato il 20 marzo 2010 - 15:16
(Keystone-ATS)

DUBLINO - L'associazione irlandese in difesa delle vittime degli abusi sessuali da parte di religiosi si è detta "profondamente delusa" dalla lettera di Papa Benedetto XVI.
Per Meave Lewis, direttrice dell'organizzazione, "il Papa sembra concentrarsi eccessivamente sul fatto che la legge canonica non sia stata applicata in maniera corretta, senza riconoscere che la responsabilità dell'insabbiamento della verità è di un meccanismo che arriva fino ai vertici del Vaticano".
L'organizzazione accoglie con favore le scuse del Papa alle vittime anche se, fa notare, il Pontefice non si è scusato per il trattamento ricevuto da chi aveva denunciato gli abusi ed è stato screditato.
Riguardo all'esortazione fatta dal Santo Padre a denunciare gli abusi, l'associazione ha dichiarato di sperare che questo si traduca nell'obbligo per tutti gli ecclesiastici di sporgere denuncia alle autorità civili.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?