Navigation

Pedofilia: risarcito ex deputato Tory calunniato da mitomane

Scotland Yard dovrà risarcire un ex deputato Tory calunniato. KEYSTONE/EPA/ANDY RAIN sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 29 novembre 2019 - 13:10
(Keystone-ATS)

Indennizzo da quasi un milione di sterline per l'ex deputato Tory britannico Harvey Proctor, tirato in ballo in una delle indagini storiche della polizia su sospetti casi di pedofilia fra vip del Regno insabbiati per decenni, ma poi prosciolto da ogni accusa.

Lo riportano i media, citando l'interessato e i suoi avvocati. Proctor, oggi 72enne, incasserà 500'000 sterline di risarcimento per i danni morali subiti e 400'000 di rimborso di spese legali da parte di Scotland Yard.

L'ex parlamentare - la cui casa venne a suo tempo perquisita e il cui nome è stato esposto per alcuni anni sui media - fu accusato di pedofilia con altri potenti da Carl Beech, ex infermiere e operatore umanitario rivelatosi infine un mitomane ed egli stesso un pedofilo. E riconosciuto poi colpevole in tribunale di calunnia.

Il caso ha suscitato forti polemiche poiché Beech era stato inizialmente e insistentemente accreditato come testimone attendibile da Scotland Yard e spalleggiato in pubblico sul fronte politico dall'ex vice leader laburista Tom Watson. L'uomo aveva coinvolto fra gli altri, oltre a Proctor, lo scomparso ex premier conservatore Edward Heath, lord Leon Brittan, l'ex comandante dell'MI6 Maurice Oldfield e Jimmy Savile, già presentatore della Bbc, tutti frattanto deceduti.

Savile e Heath sono stati peraltro additati post mortem come presunti pedofili anche da altri testimoni e in altre indagini in questi anni.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.