Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BERNA - Marcel Graf, il promotore dell'iniziativa popolare per la reintroduzione della pena capitale di cui nel frattempo è stato annunciato il ritiro, continua a fare pressione sulla giustizia. Oggi dalle colonne di "Sonntag" minaccia di tornare sui suoi passi rilanciando la raccolta delle firme.
Graf pretende dai responsabili della giustizia che i procedimenti penali relativi a delitti capitali di cui è noto l'autore siano accelerati e conclusi entro un anno. L'iniziativista auspica di ottenere una garanzia in tal senso dalla consigliera federale Eveline Widmer-Schlumpf, direttrice del Dipartimento federale di giustizia e polizia (DFGP).
Se la ministra non dovesse reagire, allora Graf cederebbe la gestione dell'iniziativa ad altri, a suo dire ben disposti ad occuparsene. Il comitato d'iniziativa dispone "di una lobby potente". Si tratta di persone a cui non fa nulla essere nel mirino delle critiche e sotto pressione, assicura Graf a "Sonntag".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS