Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Oggi circa 170 Paesi hanno abolito la pena capitale o introdotto una moratoria, ha detto il segretario generale dell'Organizzazione delle Nazioni Unite (Onu) Antonio Guterres.

KEYSTONE/AP/BEBETO MATTHEWS

(sda-ats)

Dalla prima risoluzione dell'Assemblea Generale, nel 2007, che chiede una moratoria della pena di morte, ci sono stati progressi significativi.

"Oggi circa 170 Paesi hanno abolito la pena capitale o introdotto una moratoria", ha detto il segretario generale dell'Organizzazione delle Nazioni Unite (Onu), Antonio Guterres, in occasione della 'Giornata mondiale contro la pena di morte'.

"Questo slancio positivo è tuttavia rovinato dalle battute d'arresto", ha precisato, "elogiando gli sforzi della stragrande maggioranza degli stati membri per porre fine alla pratica, e chiedendo a coloro che restano di unirsi a questa maggioranza".

Il segretario generale dell'Onu si è poi definito "profondamente turbato per il fatto che quest'anno sono stati giustiziati numerosi criminali minorenni dopo essere stati condannati a morte, in violazione dei trattati pertinenti". "Centinaia di altri sono stati giustiziati senza poter ricevere assistenza legale, che avrebbe potuto risparmiarli dalla pena di morte - ha continuato - questo perché erano poveri, donne o membri delle minoranze".

Guterres ha poi ricordato che "in alcuni paesi le persone vengono condannate a morte in processi segreti, senza un giusto processo, fatto che aumenta il potenziale di errori o abusi, come talvolta viene dimostrato in seguito".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS