La guerra all'Isis in Iraq e in Siria, iniziata con i bombardamenti lo scorso agosto, è finora costata agli Stati Uniti 2,7 miliardi di dollari, circa 9 milioni di dollari al giorno.

Lo afferma il Pentagono, sottolineando che le operazioni speciali segrete sono costate da agosto più di 200 milioni di dollari. L'Air Force, l'aeronautica americana, è quella che è costata di più, con un conto di 1,8 miliardi di dollari. Per l'Army, l'esercito, sono invece stati spesi 274 milioni di dollari, mentre 21 milioni sono andati nelle spese di intelligence e nelle operazioni di sorveglianza.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.