Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il Pentagono ha "perso le tracce" di più del 40% delle armi che ha fornito alle forze di sicurezza afghane per un costo di 626 milioni di dollari. È quanto riferisce il Washington Times, che cita un rapporto del Pentagono.

Il documento rivela che i due sistemi informatici che individuano le armi inviate in Afghanistan "sono pieni di errori". Questo ha scatenato il timore che alcune di queste armi potrebbero essere finite sul mercato nero, con i militanti come potenziali acquirenti.

Il Pentagono ha inviato 747mila armi e attrezzature varie alle forze afghane negli ultimi dieci anni. Il documento sostiene che 203,888 (il 43%), dei 474,823 numeri di serie registrati nel database, risultano mancanti o duplicati: 24.520 numeri di serie sono stati ripetuti almeno una volta nel database e 50,304 non avevano i numeri della registrazione.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS