Navigation

Perù: Parlamento dà fiducia al governo e mette fine a crisi

Il nuovo governo aveva giurato nelle mani del presidente Martin Vizcarra (a sinistra) giovedì scorso. Keystone/EPA EFE/ANDINA AGENCY/ANDINA / HANDOUT sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 12 agosto 2020 - 11:41
(Keystone-ATS)

Il Parlamento peruviano ha votato la notte scorsa con un'ampia maggioranza la fiducia al nuovo governo guidato dal premier Walter Martos, mettendo così fine ad un braccio di ferro ingaggiato da settimane con il presidente Martin Vizcarra.

Al termine di un dibattito durato 12 ore, scrive l'agenzia di stampa Andina, l'approvazione per il premier Martos e per i suoi 19 ministri è giunta con 115 voti a favore, cinque contrari e quattro astensioni.

Il nuovo governo aveva giurato nelle mani del capo dello Stato il 6 agosto, e disponeva di 30 giorni di tempo per presentarsi in Parlamento per ottenere la fiducia.

Due giorni prima, l'Assemblea legislativa aveva invece bocciato a sorpresa un altro governo proposto da Vizcarra e guidato dal primo ministro Pedro Cateriano, generando una grave crisi fra l'esecutivo ed il legislativo, aggravata dall'emergenza esistente in Perù per il Covid-19. Una tensione però definitivamente disinnescata dal voto della notte scorsa.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.