MILANO - Sale il conto in Borsa per Fastweb e Telecom, le due società coinvolte nell'indagine della procura di Roma su un presunto caso di maxi-riciclaggio. Nelle ultime quattro sedute i due gruppo hanno perso, in termini di capitalizzazione di Borsa, 1,5 miliardi di euro.
Il conto più alto lo paga, in termini assoluti, Telecom che ha lasciato sul terreno 1,3 miliardi in capitalizzazione, a causa del calo del 6,19% registrato dalle azioni ordinarie e di quello del 7,42% delle risparmio.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.