Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Pernottamenti in calo in Svizzera: stando ai dati pubblicati oggi dall'Ufficio federale di statistica (UST) sono state registrate 3,2 milioni di notti, il 2,5% in meno dello stesso mese dell'anno precedente. Il dato è però da considerare anche in relazione alla diversa collocazione della Pentecoste (nel 2013 in maggio, nel 2014 in giugno), avverte l'UST. Nell'insieme del primo semestre la situazione è sostanzialmente stabile: la flessione è infatti limitata allo 0,1% (a 17,1 milioni).

Le differenze regionali sono come sempre importanti. Il Ticino è la grande regione turistica che, in termini assoluti, segna il maggiore arretramento sia nel mese di giugno (-24'600 pernottamenti in meno a 257'100), sia nel semestre (-31'300 a 967'500). Anche i cali percentuali sono importanti, rispettivamente dell'8,7% e del 3,1%.

Se la cavano meglio i Grigioni: +0,1 punti in giugno e -0,8% nei primi sei mesi.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS