Navigation

Pernottamenti in forte calo calo in TI e GR

Questo contenuto è stato pubblicato il 07 luglio 2011 - 11:29
(Keystone-ATS)

Gli alberghi svizzeri hanno registrato 2,5 milioni di pernottamenti nel mese di maggio, lo 0,6% in meno rispetto allo stesso mese del 2010. La clientela indigena ha generato un milione di notti, in flessione del 4,1%, mentre per i turisti stranieri è risultata una crescita dell'1,9% a 1,5 milioni, secondo i rilevamenti dell'Ufficio federale di statistica (UST). Forti contrazioni per i Grigioni e il Ticino.

Nei Grigioni si è registrata la flessione più netta con quasi 36'000 notti in meno (-23,2%) rispetto a maggio 2010. In Ticino si è avuto un calo di oltre 32'000 pernottamenti (-12,2%). Livello in discesa anche in Vallese (-13'000, -10,1%) e nell'Oberland bernese (-7000, -3,2%).

La situazione è migliorata invece per le città. La regione di Zurigo ha messo a segno l'aumento più marcato in termini assoluti con quasi 51'000 pernottamenti supplementari, pari ad un incremento dell'11,4%. Per quella di Berna risulta una crescita del 7,8% (quasi +10'000 notti), per Ginevra del 6% (+15'000) e per Basilea del 5,6% (+7000).

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.