Navigation

Perquisiti casa e uffici di Blocher

Questo contenuto è stato pubblicato il 20 marzo 2012 - 17:56
(Keystone-ATS)

L'abitazione e la sede della società del consigliere nazionale Christoph Blocher (UDC/ZH) sono state perquisite oggi dalla polizia cantonale zurighese. Contro Blocher è stata aperta un'inchiesta per violazione del segreto bancario in relazione alla vicenda Hildebrand, indica in una nota il Ministero pubblico zurighese.

Il ministero pubblico ha così confermato un'anticipazione della trasmissione "10 vor 10" della tv svizzero tedesca SF. L'inchiesta penale è condotta dal Ministero pubblico III del canton Zurigo, che gli scorsi 5 e 13 gennaio aveva già aperto procedimenti penali contro un ex informatico della Banca Sarasin, contro un avvocato turgoviese e contro un granconsigliere zurighese.

I tre sono sotto inchiesta in relazione alla trasmissione di dati confidenziali della Banca Sarasin che si riferiscono a conti dell'ex direttore della Banca nazionale svizzera (BNS) Philipp Hildebrand.

Christoph Blocher era già stato interrogato lo scorso 13 gennaio nell'ambito dell'inchiesta "in qualità di persona informata sui fatti". Ieri, una volta terminata la sessione primaverile delle Camere federali, il Ministero pubblico zurighese ha deciso, "sulla base degli elementi emersi dall'inchiesta", di aprire un procedimento penale anche contro di lui.

Il procedimento servirà a verificare se da parte di Christoph Blocher ci sia stata una partecipazione di rilevanza penale nella trasmissione dei dati confidenziali. Il Ministero pubblico precisa inoltre che per il momento vale il principio della presunzione d'innocenza.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?