Navigation

Personale della Confederazione chiede aumento del 2% per il 2012

Questo contenuto è stato pubblicato il 17 ottobre 2011 - 10:23
(Keystone-ATS)

Aumento del 2% della massa salariale, piena compensazione del rincaro e nessun salario al merito. È quanto chiedono i dipendenti della Confederazione che organizzano oggi a Berna un'azione di protesta contro il peggioramento delle loro condizioni di lavoro.

"Senza i 35'000 impiegati federali la proverbiale affidabilità svizzera sarebbe impensabile", indica in una nota l'Associazione del personale della Confederazione (APC). I dipendenti federali lavorano in modo "efficiente, flessibile, innovativo e sempre alla ricerca di soluzioni".

Anziché assumere nuovo personale per svolgere la crescente mole di lavoro la Confederazione prevede nuovi programmi di risparmio. Di conseguenza, un numero sempre minore di dipendenti deve sobbarcarsi sempre più compiti senza un corrispondente aumento salariale, deplora l'APC.

L'associazione rivendica pure un assegno unico di 1'000 franchi per i pensionati quale compensazione del rincaro e un blocco delle riduzioni del personale.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?