Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Petrolio: Mosca-Riad decidono di congelare produzione

La produzione del petrolio verrà "congelata" al livello dell'11 gennaio. Lo riporta la Tass, citando il ministro dell'Energia del Qatar.

È il risultato del meeting a Doha tra ministri dell'Energia e del Petrolio di alcuni Stati membri Opec, come Arabia Saudita e Venezuela, e la Russia.

Mosca si augura che "tutti i membri dell'Opec sottoscrivano l'accordo raggiunto a Doha da Russia, Arabia Saudita, Qatar e Venezuela". Lo ha detto il rappresentante permanente russo presso il cartello dei paesi produttori di petrolio - di cui Mosca non fa parte - Vladimir Voronkov.

L'accordo per congelare la produzione di petrolio ai livelli dell'11 gennaio è condizionato alla partecipazione degli altri produttori di petrolio.

"I quattro Paesi - recita il comunicato diffuso dal ministero dell'Energia russo - sono pronti a congelare la produzione di greggio ai livelli di gennaio se altri produttori di petrolio si associano a questa iniziativa".

A Doha si sono incontrati il ministro dell'Energia russo Alexander Novak e i rappresentanti di tre nazioni dell'Opec: il ministro del Petrolio dell'Arabia Saudita Ali Al-Naimi, il ministro dell'Energia e dell'Industria del Qatar Mohammed bin Saleh al-Sada e il ministro del Petrolio del Venezuela Eulogio del Pino.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.