Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Pfizer aumenta la posta nell'offerta lanciata su AstraZeneca: il prezzo sale ora a 50 sterline ad azione per un totale di 63,1 miliardi (106,5 miliardi dollari, ossia circa 93,5 miliardi di franchi), un passo che mira ad "avviare le discussioni su una possibile fusione dei due gruppi". Il consiglio d'amministrazione di AstraZeneca ha subito respinto la nuova offerta giudicandola "inadeguata".

L'offerta attuale è superiore di circa il 7% rispetto a quella precedente, fatta in gennaio, e aumenta la componente in contanti dal 30% al 32%. In base ai nuovi termini, gli azionisti di AstraZeneca otterrebbero ora 1,845 azioni della nuova società e 15,98 in contanti per ogni titolo detenuto.

Pfizer, anche per motivi fiscali oltre che per "ingraziarsi" gli azionisti britannici, ha deciso di portare il quartier generale della società che nascerebbe dall'operazione in Gran Bretagna, dove rimarrebbero gran parte degli impianti di ricerca e produzione.

SDA-ATS