Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Diciannove servizi industriali di città elvetiche si impegnano per uscire dal nucleare. Riuniti in seno a Swisspower, impresa di servizi energetici, i loro rappresentanti hanno firmato oggi un piano d'azione ("Masterplan 2050") che mira ad attuare la decisione del Consiglio federale di abbandonare questa forma di energia entro il 2050.

I comuni firmatari si impegnano ad approvvigionare, sul lungo periodo, la Svizzera con energie rinnovabili. I 19 servizi industriali, che riforniscono 1,1 milioni di clienti, sono convinti che la svolta energetica sia tecnicamente realizzabile e possa essere finanziata secondo le regole del mercato, hanno indicato oggi in una conferenza stampa a Berna.

Swisspower vede nelle reti di telecomunicazione intelligenti un mezzo efficace per sviluppare la sua strategia. In quest'ottica, i servizi industriali perseguono un approccio globale e promuovono l'efficienza energetica e le energie rinnovabili. Vogliono pure impegnarsi nello sviluppo di infrastrutture della rete elettrica e nella cooperazione con l'Unione europea.

Con la creazione, a fine 2011, di Swisspower Renewables SA, essi dispongono di una società che investe negli impianti di produzione di energia rinnovabile. Un primo progetto è in corso di pianificazione e sarà concluso prossimamente.

Swisspower riunisce essenzialmente i servizi industriali di città svizzerotedesche.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS