Navigation

Piano Trump: Kushner, annessioni Israele a dopo elezioni

Stando a Jared Kushner (nella foto) l'amministrazione Trump non sosterrebbe una decisione immediata sull'annessione. Keystone/AP/EVAN VUCCI sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 30 gennaio 2020 - 10:56
(Keystone-ATS)

Gli Usa si augurano che Israele attenda fino a dopo le elezioni politiche del 2 marzo per procedere all'estensione della sovranità agli insediamenti in Cisgiordania e alla Valle del Giordano. Lo ha detto Jared Kushner, consigliere e genero del presidente Donald Trump.

Kushner ha così preso le distanze dal premier israeliano Benyamin Netanyahu che vorrebbe dare il via all'operazione nella riunione di governo prevista martedì prossimo.

Già ieri sera l'ambasciatore americano in Israele, David Friedman - uno degli autori insieme a Kushner del Piano di pace di Trump - aveva specificato che l'estensione della sovranità non poteva avvenire in breve tempo.

"La speranza - ha specificato Kushner in un'intervista a Gzero Media - è che (gli israeliani, ndr) attendano fino a dopo le elezioni e lavoreremo su questo insieme a loro". Ad una domanda se l'amministrazione Trump sosterrebbe una decisione immediata sull'annessione, Kushner ha risposto "no".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.