Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il presidente venezuelano Nicolas Maduro ha ricevuto pieni poteri dal Tribunale Supremo di Giustizia.

KEYSTONE/EPA EFE/CRISTIAN HERNANDEZ

(sda-ats)

Il Tribunale Supremo di Giustizia (Tsj) del Venezuela ha assunto tutte le funzioni dell'Assemblea Nazionale, il Parlamento unicamerale in mano all'opposizione, lasciando via libera al governo di Nicolas Maduro per governare senza alcun controllo.

In una sentenza la notte scorsa, l'alta corte ha stabilito che siccome l'Assemblea si trova in situazione di "ribellione ed oltraggio" alle sue decisioni, "le competenze parlamentari saranno esercitate direttamente dalla Sala Costituzionale (del Tsj) o da qualsiasi organo che essa disponga, per garantire lo Stato di diritto".

Formalmente, la sentenza del Tsj è stata adottata in risposta a una richiesta presentata dal governo riguardo la costituzione di aziende miste pubblico/privato, per la quale sarebbe necessaria l'autorizzazione del Parlamento, secondo i termini della Costituzione.

L'alta corte ha deciso che, data "l'urgenza della questione" e quello che definisce l'"omissione incostituzionale parlamentare", il presidente è solo tenuto ad "informare" il Tsj delle sue decisioni, mentre l'Assemblea "non potrà modificare le condizioni proposte né pretendere di stabilirne altre".

In questo modo il governo può bypassare completamente l'Assemblea Nazionale - dove l'opposizione controlla 112 seggi, su un totale di 167, dalle elezioni politiche del 2015 - e governare per decreto, essendo tenuto solo ad informare delle sue iniziative al Tsj.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS