A due giorni dalla pubblicazione dei dati ufficiali da parte della Segreteria di stato dell'economia (SECO), alcuni esperti pronosticano un rallentamento della congiuntura nel primo trimestre dell'anno.

Janwillem Acket, capo economista di Julius Bär, prevede una crescita zero del pil svizzero su base annua, e forse anche un dato con il segno meno. Considerazioni simili da parte di Bernard Lambert, capo economista della banca Pictet, secondo cui il tasso di espansione si fermerà allo 0,1%, mentre sull'arco dei dodici mesi si attesterà allo 0,7%.

Gli effetti negativi dovuti allo choc monetario di gennaio dovrebbero farsi sentire, secondo i due esperti, soprattutto nel secondo e nel terzo trimestre.

La SECO in marzo ha abbassato allo 0,9% le previsioni di crescita del pil per il 2015, mentre nel 2016 la progressione dovrebbe salire all'1,8%.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.