Navigation

Pioggia e neve caratterizzano l'inizio dell'estate meteorologica

Questo contenuto è stato pubblicato il 01 giugno 2011 - 13:51
(Keystone-ATS)

Oggi, primo giorno dell'estate meteorologica, in Svizzera è caduta la neve sopra i 1100-1600 metri. In pianura sono scese abbondanti piogge accompagnate da aria polare, ma non sono state sufficienti per colmare in alcune regioni il deficit idrico. Lo ha comunicato Meteonews.

A media altitudine le precipitazioni nevose non sono rare all'inizio giugno, ma il contrasto è notevole con la primavera (marzo, aprile, maggio) che resterà una delle più calde dall'inizio delle misurazioni (alla fine del 19esimo secolo) e una delle più soleggiate, in particolare nella Svizzera romanda.

La pioggia caduta nel mese di maggio, normale e localmente anche abbondante (Chablais, Prealpi, Svizzera centrale, Ticino e Grigioni) non ha compensato la siccità registrata nei mesi di marzo e aprile. Nello Chablais, Oberland bernese, Vallese centrale e nei Grigioni, ha piovuto quasi quanto o persino di più che nei primi quattro mesi dell'anno.

Il problema della siccità persiste ancora nell'arco giurassiano, sull'Altopiano romando, nell'ovest lemanico, nel Vallese centrale e nell'Alto Vallese.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?