NEW YORK - Israele ha versato 10,5 milioni di dollari alle Nazioni Unite come risarcimento per i danni subiti dall'organizzazione internazionale durante l'operazione militare nella Striscia di Gaza 'Piombo Fuso', tra il 27 dicembre 2008 al 19 gennaio 2009.
Lo ha riferito Martin Nesirky, portavoce del Palazzo di Vetro, spiegando che, con il versamento, l'Onu "prende atto che i pagamenti richiesti sono stati completati" e viene sottolineata in particolare "la cooperazione" da parte dello Stato Ebraico.
Una commissione d'inchiesta indipendente, nominata dal segretario generale dell'Onu Ban Ki-moon, aveva stabilito che durante le operazioni militari israeliane c'erano stati almeno 7 episodi nei quali gli edifici dell'organizzazione internazionale erano stati danneggiati. Undici funzionari erano rimasti feriti, in maniera non grave.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.