Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Malgrado le sue dichiarazioni di amore in aula, Oscar Pistorius nel rapporto con Reeva Steenkamp emerge come un "egoista" che non faceva che "umiliare" la sua compagna: è quanto evocato oggi al processo di Pretoria dal rappresentante dell'accusa, Gerrie Nel, che nel suo controinterrogatorio all'imputato ha citato la sua analisi dei messaggi scambiati fra i due.

"In una relazione che durava da quattro mesi, quando il rapporto diventava più intenso, ecco cosa accadeva: lui la trattava male, poi scuse, sorrisi".

Secondo il procuratore Nel, lui non faceva altro che umiliarla, che pensare a sé: la rimproverava continuamente, "non fare questo, non fare quello". "Lei ne soffriva, lui si scusava, poi nuovi rimproveri, perfino in pubblico: non doveva masticare la gomma, non doveva toccarlo sul collo, fare attenzione al suo accento...", ha dichiarato Nel.

"Lei faceva di tutto per renderlo felice", ma lui "pensava solo a se stesso", ha aggiunto. "Non è vero", ha risposto Pistorius.

SDA-ATS