Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il Pkk curdo ha dichiarato oggi la fine del cessate il fuoco unilaterale in Turchia, deciso il 10 ottobre per garantire la sicurezza del voto anticipato di domenica scorsa nel sud-est del Paese. Lo riferisce l'agenzia filo-curda Firat.

"L'interruzione unilaterale delle ostilità è giunta a una conclusione con la politica di guerra dell'Akp e i recenti attacchi", si legge in una nota del Kck, organizzazione ombrello che include il Pkk.

Gli scontri con l'esercito turco erano comunque proseguiti sia prima che dopo il voto del primo novembre. Il governo di Ankara aveva dichiarato esplicitamente di non accettare un periodo di tregua pre-elettorale con i combattenti curdi.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS