Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

"Voglio una Fifa esemplare". L'ex campione del calcio francese Michel Platini si candida alla presidenza della Fifa, quale successore di Seppe Blatter.

Platini, attuale presidente della Uefa, ha ufficializzato la decisione, annunciata con una lettera ai presidenti e ai segretari generali delle 209 federazioni affiliate all'organo di governo del calcio mondiale. La Fifa, come è noto, nel Congresso straordinario del prossimo 26 febbraio sceglierà il successore del dimissionario Sepp Blatter, travolto dall'ultima ondata di scandali.

"È stata una decisione molto personale, valutata attentamente, in cui ho soppesato il futuro del calcio accanto al mio futuro personale. Sono stato guidato anche dalla stima, dal sostegno e dall'incoraggiamento che molti di voi mi hanno dimostrato", ha scritto Platini, impegnato a lavorare senza sosta "nell'interesse del calcio".

"Nella vita ci sono momenti in cui bisogna prendere il destino nelle proprie mani -ha aggiunto-. Mi trovo in uno di questi momenti decisivi, in una serie di frangenti ed eventi che stanno plasmando il futuro della Fifa". Platini, presidente Uefa dal 2007 e membro del Comitato Esecutivo Fifa dal 2002.

"Nell'ultimo mezzo secolo o pressapoco, la Fifa ha avuto solo due presidenti. Questa estrema stabilità è quasi paradossale in un mondo che ha vissuto sconvolgimenti radicali e in uno sport che ha subito grossi cambiamenti dal punto di vista economico. Tuttavia, gli ultimi fatti costringono l'organo supremo di governo del calcio mondiale a voltare pagina e ripensare alla sua amministrazione", ha detto riferendosi alle inchieste che hanno portato anche all'arresto di alti dirigenti.

Platini ha ribadito l'intenzione di "ridare alla FIFA la dignità e la posizione che merita". Il numero 1 della Uefa punta ad essere un presidente 'globalè: "Ascoltare tutti e rispettare la diversità del calcio di tutto il mondo" sarà la mission. L'ex calciatore si candida "con entusiasmo e convinzione, ma anche con l'umiltà di una persona che sa di non poter vincere da sola".

"Conto sul vostro sostegno e sul nostro amore comune per il calcio, in modo che, insieme, possiamo dare a decine di milioni di appassionati la Fifa che desiderano: una Fifa esemplare, unita e solidale; una Fifa rispettata, apprezzata e creata dalla gente". Le candidature devono essere presentate entro il 26 ottobre 2015. L'elezione del presidente si svolgerà al Congresso Straordinario Fifa di Zurigo il 26 febbraio 2016.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS