Navigation

PLR: no a iniziativa UDC espulsione, sì a controprogetto

Questo contenuto è stato pubblicato il 16 ottobre 2010 - 12:57
(Keystone-ATS)

HERISAU AR - Il partito liberale radicale raccomanda di respingere l'iniziativa popolare per l'espulsione degli stranieri che commettono reati e di approvare invece il controprogetto. Riuniti in assemblea a Herisau (AR), i delegati hanno detto no - con 195 voti contro 6 - alla proposta di modifica costituzionale avanzata dall'UDC, sostenendo per contro il decreto federale opposto dal parlamento con 204 voti favorevoli e uno solo contrario.
Per il PLR l'iniziativa democentrista - difesa durante il dibattito dal consigliere nazionale zurighese Hans Fehr (UDC/ZH) - ha solo difetti ed è contraria all'accordo di libera circolazione con l'UE, che autorizza le espulsioni solo in caso di minaccia alla sicurezza pubblica. Il controprogetto permette invece un giro di vite nel rispetto del diritto.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.