Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

LOS ANGELES - Samantha Geimer, violentata da Roman Polanski nel 1977 quando aveva 13 anni, sostiene la richiesta degli avvocati del regista, affinché Polanski sia giudicato in contumacia a Los Angeles. Lo ha indicato una fonte giudiziaria.
Il giudice californiano Peter Espinoza deve pronunciarsi oggi sull'istanza degli avvocati. Anche uno dei legali di Samantha Geimer, Lawrence Silver, ha chiesto che sia ritirata la richiesta di estradizione nei confronti di Polanski. Secondo l'avvocato, la procura di Los Angeles non ha avvertito la Geimer prima di chiedere l'estradizione, il che costituisce a suo avviso "una violazione" della Costituzione della California.
Il regista franco-polacco 76enne, arrestato il 26 settembre 2009 all'aeroporto di Zurigo, è attualmente assegnato a residenza coatta nel suo chalet di Gstaad, nell'Oberland bernese, in attesa di una decisione definitiva della Svizzera sulla sua estradizione negli Stati Uniti. Polanski era fuggito dagli USA nel 1978, prima che fosse emessa la sentenza nei suoi confronti per l'accusa di "rapporti sessuali illeciti" con l'allora minorenne Samantha Gailey, oggi Geimer.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS