Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

I pirati della strada dovranno rispondere anche di diversi altri reati

Keystone/EPA/PATRICK SEEGER

(sda-ats)

La polizia cantonale lucernese ha sgominato una banda di pirati della strada, che a partire dal 2014 ha guidato in modo spericolato per la Svizzera centrale. Uno dei sei membri è ad esempio sfrecciato a 280 km/h in autostrada ad Altdorf (UR).

Gli uomini - un bosniaco, due tedeschi e tre svizzeri - devono inoltre rispondere di infrazione della legge sulle armi, possesso di materiale pornografico illegale e di droghe, si legge in un comunicato odierno del Ministero pubblico di Lucerna.

Una denuncia sporta in seguito a minacce ha portato lo scorso aprile alla perquisizione dell'abitazione di uno dei sospettati. In questa occasione sono state trovate diverse sequenze video che immortalano le pericolose scorribande in auto. In seguito sono stati identificati gli altri membri del gruppo, che commettevano le infrazioni con bolidi a noleggio.

L'infrazione da 280 all'ora ad Altdorf è stata commessa da un 21enne del canton Nidvaldo. A casa sua è stato trovato anche il materiale pornografico illegale. Anche gli altri membri del gruppo sono domiciliati a Nidvaldo e hanno fra i 21 e i 24 anni. Uno dei sospetti commetteva le infrazioni nonostante il ritiro della patente già avvenuto.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS