Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

VARSAVIA - Soldati e vigili del fuoco sono riusciti a fermare la piena a Varsavia, con una barriera di sacchi di sabbia a protezione degli argini del porto sulla Vistola. La situazione viene continuamente monitorata e il sindaco Hanna Gronkiewicz-Waltz ha ordinato domani la chiusura delle scuole nelle aree a rischio della città.
Ma intanto continua nella Polonia centro meridionale l'emergenza inondazioni che ha già causato 12 morti dopo un periodo di abbondanti piogge che hanno gonfiato il corso della Vistola e dell'Oder.
A Breslavia (Wroclaw), capitale della regione sud occidentale dell'Alta Slesia, gli argini lungo il fiume Oder si sono rotti in due punti. Gran parte del distretto di Kozanow, nella parte nord orientale della città, è sommerso da uno o due metri d'acqua.
Diverse le situazioni d'emergenza nel centro del Paese. A Plock 160 persone sono state evacuate dopo la rottura degli argini. Nel vicino villaggio di Swiniary, l'acqua arriva all'altezza dei tetti. Acqua nella strade anche nella storica città di Torun. Rinforzi dei pompieri sono arrivati nella città di Gabin e nel villaggio di Slubice, dove una possibile inondazione mette a rischio 2'500 persone.

SDA-ATS