Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

VARSAVIA - Attimi prima di schiantarsi vicino all'aeroporto di Smolensk, in Russia, i piloti del Tupolev 154 con il presidente polacco Lech Kaczynski e altre 95 persone compresa la moglie Maria avevano perfettamente capito che era la fine.
Lo si apprende dalle registrazioni dei colloqui nella cabina dei piloti, rese pubbliche oggi per la prima volta Varsavia.
"Allora la terra si vede, cioé qualcosa si vede, forse la tragedia non ci sarà", si sente dire in cabina. Poi un'imprecazione e il silenzio.

SDA-ATS